Softair, il “gioco di guerra” che fa impazzire gli italiani

Amichevole XII Legio Lupi – ASD SHIELD

Incontrarsi la domenica mattina nel parcheggio, indossare gli anfibi, organizzare la giocata, camminare sui sentieri in mezzo ai boschi, condividere la fatica in gruppo, coordinare i movimenti di squadra, attaccare (o difendere), fare i complimenti all’avversario e trovarsi a fine partita a gustare qualche fetta di salame o, magari, bere un bicchiere di vino. Un toccasana per l’anima dopo una settimana passata davanti al computer tra furti, rapine, truffe, scandali politici e tutto ciò che può riservare il magico mondo della cronaca locale. Il softair, una disciplina basata sulla simulazione di tattiche militari. Non basta questa definizione asettica di stampo wikipediano per descrivere una pratica che, in realtà, è molto di più.“

Condividi:

Lascia un commento